© Associazione Culturale Re-Interpreta - Corso Racconigi, 16 - Torino - 97842970010

  • Facebook - cerchio grigio
  • Instagram - Grigio Cerchio
  • LinkedIn - cerchio grigio

Leonardo

da Vinci

i volti del genio

Dal 7 dicembre al 31 maggio 2020

Mastio della Cittadella - Torino

Il Rinascimento di Leonardo

“Mi propongo di immaginare un uomo le cui attività sono così diverse che se postulassi un'idea unificante dietro tutte, non ci potrebbe essere nessuno più universale." 

 Paul Valéry, Scritti su Leonardo da Vinci

Questa aspirazione e il desiderio di conoscere l'aspetto di coloro che ammiriamo, guidano i visitatori, insieme alla musica del violinista Ara Malikian, a compiere un viaggio attraverso la vita e l'opera del genio, nascosto dietro i ritratti di coloro che lo hanno accompagnato. Quei volti fissi nel tempo permettono di sognare le sue virtù o miserie. È logico accogliere l'idea che mostrino il suo vero aspetto. Anche il dubbio.

Un’eredità universale

“I manoscritti costituiscono una mappa

della mente di Leonardo"

Charles Nicholl, 

Leonardo da Vinci: il volo della mente

Francesco Melzi, responsabile della raccolta di migliaia di pagine annotate e schizzi lasciati da Leonardo alla sua morte, accompagna il visitatore in un tour di Codici e manoscritti. Sono esposte alcune riproduzioni, insieme a ricostruzioni fisiche e virtuali di alcune delle invenzioni progettate dal maestro, molte delle quali sarebbero state reinventate secoli dopo.

L'ultima cena

"In verità ti dico che uno di voi mi tradirà"

Matteo 26, 14-25

L'ultima cena è una delle opere pittoriche più rilevanti della storia.

I visitatori troveranno uno spazio dedicato esclusivamente al dipinto, con un’installazione audiovisiva la cui musica è stata selezionata da James Rhodes: sensibilità ed emozione per una stanza in cui scoprire la storia che genera la maestria di questa creazione.

Lo specchio dell’anima

"Un buon pittore ha due oggetti principali da dipingere, l'uomo e l'intenzione della sua anima" - Leonardo da Vinci, Trattato di pittura

In questo spazio suggestivo, i visitatori troveranno gran parte del lavoro di Leonardo sulle proporzioni dell’essere umano che ha finito per utilizzare in molte delle sue creazioni, inclusa la sua rappresentazione dell’Uomo vitruviano, accanto al vasto e meticoloso studio dell’anatomia che ha realizzato per scopi artistici e scientifici. Sul retro della sala, i visitatori potranno partecipare a un'installazione a realtà aumentata sorprendente.

Leonardo da Vinci: faccia a faccia

“Era così eccezionale e universale che si può dire che fosse un miracolo prodotto dalla natura. Lo dotò non solo di bellezza corporea, estremamente conosciuta, ma lo rese anche padrone di molte altre virtù" Anonimo Gaddiano

Ad attendere i visitatori nell’ultima stanza, ecco Leonardo da Vinci. Chi era e chi non era. È possibile che centinaia di migliaia di persone abbiano immaginato la grandezza del suo genio nel volto di uno sconosciuto che altrimenti, senza quel significativo errore, sarebbe poco più che nessuno? I possibili volti di Leonardo accompagnano la visita in questo spazio. Alla fine, rimasta nascosta fino a questo momento, viene rivelata la tanto attesa Tavola Lucana.